salta la barra
 

Medaglia d'Argento al valor militare per la città di Prato

Con decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994 vistato dalla
ragioneria centrale in data 27 settembre 1994, n. 48/Varie, è stata concessa la seguente
ricompensa al valor militare per attività partigiana:

Medaglia d'argento

Comune di Prato. - La tradizione antifascista e l'amor di Patria della regione Toscana e di Prato in particolare non poteva che manifestarsi nel momento che la protervia nazifascista voleva comprimere la volontà di libertà dell'intera popolazione che dal settembre 1943 all'ottobre 1944, per azione di singoli e gruppi partigiani, affronto l'occupante con coraggio e sprezzo del pericolo pagando un alto contributo di vite e di beni, L'ardire dei partigiani fu tale che con una rischiosa azione, che costo' la vita a quattro valorosi patrioti, evitò la totale distruzione alla città colpita, tra l'altro, da pesanti bombardamenti aerei. La volontà di libertà fu esternata particolarmente in occasione di uno sciopero generale durato cinque giorni che causò la vendetta dei nazisti e la conseguente deportazione di molti cittadini.

Prato, settembre 1943-ottobre 1944.

(Dalla Gazzetta Ufficiale n.62, del 15 marzo 1995)